Correzione cicatrici

La cicatrizzazione è un processo naturale del nostro organismo che si attiva ogni qualvolta ci sia la necessità di riparare una discontinuità della cute.

La normale evoluzione di una cicatrice durante il processo di guarigione  è condizionata da numerose variabili quali la sede, il tipo di trauma,  condizioni patologiche locali o generali  associate.

Gli stessi elementi condizioneranno l’evolversi  in senso patologico dando origine a cicatrici atrofiche, caratterizzate da un aspetto biancastro e translucido o ipertrofiche,  arrossate e rilevate rispetto alla superficie cutanea ma confinate all’interno dei bordi della cicatrice.

In particolari sedi del corpo e in  soggetti predisposti il processo di cicatrizzazione può essere così eccessivo e tumultuoso da determinare la formazione di una cicatrice cheloidea.

In una cicatrice rilevata può essere può essere indicato, sin da subito, l’utilizzo di foglietti di silicone o creme siliconiche  in grado di ridurre l’evoluzione ipertrofica della cicatrice ed eventuali  infiltrazioni della stessa con Triamcinolone, uno steroide in grado di determinare, nelle modalità d’uso appropriate, lieve atrofia dei tessuti.

Nel caso questi trattamenti non diano risultati soddisfacenti, passato un anno dall’intervento dall’evento traumatico o patologico è possibile rimuovere chirurgicamente la cicatrice visibile e riavvicinare i margini della cute senza tensione.

Nei casi più complessi, per cicatrici retraenti che limitano cioè la mobilità o il movimento dell’area interessata, si può ricorrere a tecniche di chirurgia plastica come plastica a “Z” .

Queste considerazioni sull’eventuale comparsa di cicatrici visibili e sul loro trattamento possono , con le necessarie differenti valutazioni in relazione ai diversi contesti, avere validità anche per tutti gli interventi di Chirurgia Plastica Estetica e Ricostruttiva.

LE PROCEDURE PIÙ RICHIESTE
Palpebre
L’intervento chirurgico di blefaroplastica elimina l’eccesso di pelle dalle palpebre superiori ed inferiori e rimodella il tessuto adiposo secondo le specifiche necessità del caso.
Leggi tutto
Liposcultura
Con il termine liposcultura si indica una tecnica chirurgica che consiste nell’asportazione di grasso da precise aree corporee in cui è in eccesso, nel conseguente rimodellamento di queste ultime in termini di proiezione, di rotondità e di tonicità e nella eventuale reintroduzione di piccole quantità dello stesso grasso, dopo opportuno trattamento, in determinate aree del corpo nelle quali è carente.
Leggi tutto
Aumento seno
La mastoplastica additiva è uno degli interventi maggiormente richiesti nell’ambito della chirurgia plastica estetica, desiderato per aumentare un seno di piccola taglia ma anche per ripristinarne la forma e il volume modificatosi dopo gravidanza, allattamento o semplicemente mutato con il passare del tempo.
Leggi tutto
ULTIME NOVITÀ
© 2018 Dr. Simone Napoli Chirurgo Plastico, Ricostruttivo ed Estetico - PIva 06285190481 Tutti i diritti riservati - Informativa sulla Privacy - Realizzato da Business Click Creazione Siti Web